DOCs for KiM

Il Kosovo e Metohija dista poche centinaia di chilometri dal confine orientale italiano, appena un’ora di volo. La Regione è sopravvissuta alla terribile guerra civile che ha insanguinato la ex Jugoslavia, ha subito un bombardamento efferato di 78 giorni che nel 1999 ha segnato intere generazioni nel corpo e nello spirito, oltre a spingere l’economia in un profondo baratro.
Le condizioni di vita sono precarie, l’inquinamento totalmente fuori controllo, le condizioni igienico sanitarie ostaggio di sistemi che rischiano il crollo, come la distribuzione idrica o lo smaltimento dei rifiuti compatibile con la tutela dell’ambiente.
In campo sanitario non esiste alcun tipo di prevenzione e la salute, particolarmente quella dei più piccoli, è minacciata dalla povertà, dalla scarsa igiene, dalla cattiva alimentazione e da una particolare concentrazione di gravi patologie.
Le chiare lacune della sanità pubblica sono evidenziate dal proliferare di strutture private, il cui costo prestazione, risultando totalmente a carico del paziente, risulta inaccessibile.
La carenza di ospedali o ambulatori medici adeguatamente attrezzati è stata più volte sottolineata dalle autorità internazionali di pace che vigilano da diciannove anni sull’intera regione.
In questo tragico scenario, si rafforza la nostra convinzione di “diritto alla salute”, nel senso pieno, non solamente come libertà dalle malattie, ma come stato di benessere della persona, liberata dalle paure, dalle pratiche non virtuose, dalla sofferenza, quale fondamentale diritto di ogni essere umano, a prescindere dalla propria etnia, fede o condizione sociale.

La medicina ha bisogno di umanità tanto quanto il paziente. Per evitare che una missione si trasformi solamente in una professione, Amici di Dečani insieme alla Facoltà di Medicina dell’Università Statale di Milano, all’Ospedale dei Bambini di Milano Vittore Buzzi, hanno realizzato il progetto solidale “Doc’s for KiM”, Medici per il Kosovo e Metohija.

Nell’arco di due anni ci doteremo di quattro strutture ambulatoriali presso i villaggi di Gračanica, Gornje Kusce, Pasjane e Velika Hoča.
I laboratori saranno attrezzati per permettere uno screening pediatrico completo agli oltre mille bambini che popolano le aree circostanti.
Ci occuperemo di pediatria generale, odontoiatria, gastroenterologia, oftalmologia, alimentazione.
A pieno regime, organizzeremo delle “Nedelje zdravlja - Settimane della salute”, dove tutti i bambini che hanno bisogno, senza distinzione di razza, fede o etnia, possano accedere alle visite e alle cure.
La sfida formativa per i giovani medici sarà straordinaria e tanti piccoli pazienti troveranno delle risposte terapeutiche importanti.
I team di medici che si alterneranno nelle missioni, saranno composti da senior (specialisti di grande esperienza professionale) e junior (giovani laureati e specializzandi) indicati dal garante scientifico del progetto, il Prof. Gian Vincenzo Zuccotti, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Statale di Milano e Direttore della Clinica Pediatrica dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, coordinati dal Dott. Dario Dilillo, Responsabile UOS Degenza Pediatrica del Buzzi e dalla Dott.ssa Alessandra Bosetti, dietista clinico e Presidente dell’Associazione per l'Aiuto ai Giovani Diabetici Lombardia, già presente con un altro progetto in Kosovo e Metohija.

Cercheremo in questo modo di migliorare le prestazioni sanitarie rivolte ai più piccoli, creando un vero e proprio database della salute che offra supporto a chiunque desideri approfondire le problematiche della sanità in Kosovo e Metohija.

Il nuovo mondo globale ci invita ad uscire dai nostri confini a confrontarci con chi ha minori opportunità, cercando di offrire le nostre capacità.
E’ la nuova rete delle intelligenze che deve ricoprire il pianeta, è la nuova sfida contro l’appiattimento e l’omologazione.
Metterci la faccia, le nostre competenze, la nostra disponibilità è il nostro impegno.
Sostieni il nostro progetto.

IMPEGNO ECONOMICO


Per realizzare i punti fissati dal programma è stato valutato un impegno economico globale di 50.000,00 euro.


Se vuoi contribuire al progetto DocsforKiM, effettua la tua donazione all’IBAN: IT16 H 05034 44250 000000000220 intestato a Amici di Decani, indicando come causale: DocsforKiM.
DURATA DEL PROGETTO: 3 anni
RESPONSABILE DEL PROGETTO: Dott. Dario Dilillo