VENEZIA

Ha inaugurato presso Laguna Libre a Venezia, in mostra sino al 30 luglio, ILT – Illumina le Tenebre. Nella magnifica cornice di palazzo Surian Bellotto, un allestimento prodigioso è stato in grado di trasmettere a tutti gli spettatori, emozioni nuove e intense.

“Il mio impegno verso il popolo di Kosovo e Metohija e il monastero di Dečani in particolare – ha esordito Luana Zanella, Presidente dell’Accademi delle Belle Arti di Venezia – affonda le proprie radici nella consapevolezza che la tutela del patrimonio culturale e spirituale della chiesa ortodossa in Kosovo, sia equivalente alla tutela della nostra identità di europei. Non si tratta della Serbia, si tratta dell’umanità, il cui grido di sofferenza travalica le etnie e le religioni. Ammiro il lavoro di Troisi e Ferretti, è un prodigioso esempio di integrazione di suono e l’immagine, è vita allo stato puro consegnata a ritratti che sfidano il tempo e lo spazio”.
“Da quando ho avuto le prime fotografie a casa mia – ha raccontato Giovanni Lindo Ferrettiho pensato a questa gente come miei compaesani, vicini di casa, gente costretta dalla storia a mortificare la propria identità, le proprie aspirazioni. Le enclavi non sono l’eredità delle guerre jugoslave, se non terremo alta la nostra soglia d’attenzione rischiano d’essere la soluzione non solutoria ai problemi complessi che il futuro ci presenta”.
“Vi ringrazio da monaco e da serbo – ha dichiarato Padre Andrej del monastero di Dečani e pro rettore del Seminario di Prizren – vedo in questa mostra, in questa iniziativa, un amore profondo verso chi si trova in stato di necessità senza averne responsabilità, se non quella della nascita. Venire giù da noi, osservare con i propri occhi e con il cuore, lo scorrere di una esistenza ricattata con la speranza è il migliore antidoto all’indifferenza”.
“Sono i loro desideri che parlano – ha concluso Federica Troisi quelli di un’umanità allo stremo delle forze ma non vinta, quelli di persone che non si sono arrese al distacco della freddezza; donne, uomini, bambini, anziani, che non si sono trasformati in percentuali, ma ancora sognano un futuro possibile, che coltivano una speranza”.
La serata si è poi conclusa con una declamazione dei versi di Ferretti, accompagnati dalla lettura emozionata, in lingua serba, di Jasmina Andonović.

ILT – Illumina le Tenebre
Dal 8 al 30 luglio
Laguna Libre – fondamenta di Cannaregio 969 – Venezia
dalle 9.00 alle 23.00 tutti i giorni