Docs pronti

È on line la pagina Facebook di Docs for Kim (clicca qui per visitare). Condividila e diffondi l’iniziativa.

La medicina ha bisogno di umanità tanto quanto il paziente. Per evitare che una missione si trasformi solamente in una professione, Amici di Dečani insieme alla Facoltà di Medicina dell’Università Statale di Milano, all’Ospedale dei Bambini di Milano Vittore Buzzi, hanno realizzato il progetto solidale “Docs for KiM”, Medici per il Kosovo e Metohija.
Nell’arco di due anni ci doteremo di quattro strutture ambulatoriali presso i villaggi di Gračanica, Gornje Kusce, Pasjane e Velika Hoča.
Gli ambulatori saranno attrezzati per permettere uno screening pediatrico completo agli oltre tremila bambini che popolano le aree circostanti.
Ci occuperemo di pediatria generale, neurologia, odontoiatria, gastroenterologia, oftalmologia, alimentazione.
Dal 27 ottobre al 3 novembre,  si svolgerà una “Nedelja zdravlja - Settimana della salute”, dove tutti i bambini che hanno bisogno, senza distinzione di razza, fede o etnia, possano accedere alle visite e alle cure.
La sfida formativa per i giovani medici sarà straordinaria e tanti piccoli pazienti troveranno delle risposte terapeutiche importanti.
I team di medici che si alterneranno nelle missioni, saranno composti da senior (specialisti di grande esperienza professionale) e junior (giovani laureati e specializzandi) indicati dal garante scientifico del progetto, il Prof. Gian Vincenzo Zuccotti, ordinario di Pediatria presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento di Pediatria dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi e dal responsabile operativo, Dott. Dario Dilillo, direttore del reparto di degenza pediatrica dell’Ospedale dei bambini Vittore Buzzi.
Cercheremo in questo modo di migliorare le prestazioni sanitarie rivolte ai più piccoli, creando un vero e proprio database della salute che offra supporto a chiunque desideri approfondire le problematiche della sanità in Kosovo e Metohija, tutelando la salute dei più piccoli.
Il nuovo mondo globale ci invita ad uscire dai nostri confini a confrontarci con chi ha minori opportunità, cercando di offrire le nostre capacità.
È la nuova rete delle intelligenze che deve ricoprire il pianeta, è la nuova sfida contro l’appiattimento e l’omologazione.
Metterci la faccia, le nostre competenze, la nostra disponibilità è il nostro impegno.
Sostieni il nostro progetto.